A Natale fai un gesto d’amore, un gesto concreto: adotta un bambino a distanza e fai felice un bambino del sud nel mondo!

Da qualche parte del mondo un bambino vive senza cibo, senza acqua potabile, senza le più elementari cure mediche e l’istruzione di base. Questo Natale per lui non ci saranno regali, nè messaggi, nè una cena calda con tante portate. Lui sarà solo, senza conoscere niente di tutto questo.
Pensare che questo sia un problema che non ci riguarda è sbagliato: dobbiamo reagire e pensare che insieme possiamo cambiare questa realtà, piano piano. Un bambino per volta.

Come funziona l’adozione a distanza 

Con un piccolo contribuito di 82 centesimi al giorno, meno di 25 euro al mese, i bambini avranno l’opportunità di andare a scuola, essere curati, avere diritto al cibo e potranno essere aiutati tempestivamente in caso di emergenze e calamità naturali.
Inizierai così a creare un legame speciale col bambino che deciderai di sostenere: adottandolo riceverai una sua foto e le informazioni per conoscere la sua storia e quella del suo paese. Ogni sei mesi ti arriveranno i suoi messaggi (frasi o disegni) e avrai notizie sul lavoro svolto nella sua comunità attraverso un notiziario e a una relazione. Inoltre ogni due anni ti arriverà la sua fotografia aggiornata.
Lo seguirai così nella sua crescita oltre alla possibilità di scrivergli e andarlo a trovare.

La campagna di Natale e il video con i The Jackal

Action Aid questo Natale si rivolge in particolare a tutte le mamme e con la collaborazione dei The Jackal ha realizzato un video dal taglio ironico, intitolato “Quando tua madre ti perseguita sui social” , incentrato sul rapporto madre e figlio, che ai giorni d’oggi si consuma anche attraverso la tecnologia, giocando sull’amore grande, e in molti casi ingombrante, delle mamme nei confronti dei figli.

Noi non abbiamo la fortuna di avere una madre che ci perseguita su WhatsApp (vorremo averla…), ma sappiamo quanto è grande e sconfinato l’amore di una mamma, non solo verso i propri figli. Non sappiamo cosa voglia dire essere figli unici, ma sappiamo bene cosa significhi essere parte di una famiglia numerosa: per questo motivo, se potessimo, adotteremmo tutti i bambini meno fortunati di noi, come se fossero nostri fratelli e sorelle (siamo già in quattro ma non ci accontentiamo…).

Purtroppo, non possiamo portarli tutti con noi a casa, ma possiamo adottarne almeno uno, a distanza. Iniziamo da questo momento!

A Natale fai anche tu un gesto d’amore!

Per maggiori informazioni visita il sito Action Aid

Buzzoole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.