Lottare contro i capelli secchi vuol dire anche prestare attenzione a quello che si mangia: un regime alimentare scorretto, infatti, è in grado potenzialmente di peggiorare il problema.
Partendo dal presupposto che una dieta bilanciata e sana è sempre consigliabile, il suggerimento è quello di privilegiare gli alimenti che si caratterizzano per un elevato contenuto di acidi grassi essenziali, come per esempio la frutta secca e il pesce: via libera, dunque, alle arachidi, alle mandorle e alle noci, ma anche allo sgombro, alle sardine, al merluzzo e al salmone.
La frutta e la verdura vanno sempre bene, ma risultano ancora più preziose se sono ricche di vitamina E e di vitamina C.

Anche i rimedi naturali sono ideali per contrastare i capelli secchi: lubrificando la chioma, infatti, si è in grado di idratare il capello secco e di nutrirlo in profondità.

Apprezzabili, in particolare, sono i principi attivi che vengono estratti dalla rosa centifolia e dall’altea: nel primo caso l’estratto che se ne ricava vanta proprietà restitutive e idratanti (senza dimenticare che si sta parlando di un vegetale ricco di pectine, di antociani e di flavonoidi); nel secondo caso si può approfittare delle proprietà disarrossanti, emollienti e idratanti dell’altea, che è ricca di flavonoidi, di pectine, di amido e di mucillagini.

Anche i polisaccaridi che sono presenti nel fiordaliso possono svolgere un ruolo importante, dal momento che cedono acqua in modo progressivo al fusto di ciascun capello e, così, contribuiscono a idratare la chioma.



In generale, tutti gli oli vegetali hanno benefici nei confronti dei capelli secchi: che si tratti di olio di semi di Argania, di olio di germe di grano o di olio di mandorle dolci, vi si può fare comunque ricorso per realizzare un impacco caldo o una maschera.
Curiosamente, addirittura la maionese ha la capacità di nutrire in profondità i capelli secchi: tutto ciò che bisogna fare è distribuire sui capelli appena inumiditi una certa quantità di prodotto, lasciare in posa per non più di 20 minuti e poi usare uno shampoo delicato per risciacquare.
In alternativa, si può mettere alla prova una lozione fissativa alla birra, da impiegare per applicazione topica.

Nel caso in cui una correzione della dieta e l’uso di rimedi naturali non si dovessero rivelare sufficienti per risolvere il problema, si può pensare di affidarsi ai prodotti Kerastase, o di consultare uno specialista che saprà fornire le indicazioni più adatte da seguire e da rispettare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.