Peeling

Scopriamo insieme come risvegliare la pelle e renderla glowy!

Tra i prodotti che non dovrebbero mancare nella skin care routine vi sono gli esfolianti; che siano meccanici, come gli scrub, o chimici, sono i migliori alleati per avere una pelle sana, uniforme e fresca. L’esfoliazione è un’operazione che consente di rinnovare la superficie cutanea mediante la rimozione delle cellule morte, consentendo di liberare i pori e pulire la pelle in profondità. I principali metodi esfolianti comprendono il peeling e lo scrub, che assolvono la stessa funzione agendo in modo diverso: se lo scrub consente un’esfoliazione meccanica superficiale grazie ai microgranuli contenuti all’interno del composto, il peeling invece sfrutta un’azione chimica agendo più in profondità e stimolando la rigenerazione cellulare. Nello specifico, il peeling chimico prevede l’applicazione di acidi che rimuovono lo strato superficiale di pelle morta.

Il peeling professionale

Questo trattamento è generalmente eseguito in centri specializzati ed è in grado non solo di levigare la pelle, ma anche di ridurre macchie, rughe sottili e cicatrici. Essendo di un trattamento che prevede l’applicazione di acidi, va assolutamente svolto da personale qualificato.

Se però stiamo cercando semplicemente una esfoliazione dello strato più esterno della pelle per ridurre l’opacità cutanea, possiamo affidarci ai numerosi prodotti in commercio che vanno ad agire sullo strato corneo dell’epidermide in maniera superficiale.

Peeling: non tutti i giorni!

Attenzione: il peeling non va fatto tutti i giorni, ma periodicamente e nei mesi invernali. Inoltre non è raccomandato alle persone con malattie della pelle attive, cute lesionata, ustioni solari o herpes. È inoltre controindicato nelle donne in gravidanza e qualora siano presenti psoriasi, eczema, dermatite o rosacea.

Gli esfolianti chimici in commercio sono composti soprattutto da acidi della frutta (AHA), quali acido glicolico, salicilico e mandelico. Possiamo scegliere tra tonici, sieri e maschere, l’importante è partire sempre da un acido delicato, come il lattico, o da concentrazioni basse.

The Ordinary, Glycolic Acid 7% Toning Solution

Tra i tonici, particolarmente amati sono il Glow Tonic di Pixi (che ho recensito qui), con acido glicolico al 5%, o quello a marchio The Ordinary, il Glycolic Acid Toning Solution, in cui la concentrazione sale al 7%.

Da provare è la Maschera peeling sempre all’acido glicolico di Caudalie o, per un’azione più profonda, la Soluzione Esfoliante 30% AHA 2% BHA The Ordinary o l’Intense Skin Exfoliator – 30% AHA + BHA Peeling Solution di Revolution Beauty, da applicare di sera due volte a settimana per 10 minuti.

Revolution Skincare, 30% AHA + BHA Peeling solution. Lo sto usando da un mese e lo sto davvero amando!

Se preferite un siero, allora possiamo affidarci ancora a The Ordinary con l’Acido Salicilico al 2% (provato e promosso!) oppure, per un’azione più delicata, l’Acido Lattico al 10% + HA, o ancora al Kiehl’s Nightly Refining Micro-Peel Concentrate.

Kiehl’s, Nightly Refining Micro-Peel Concentrate

Se dopo il trattamento la pelle si è leggermente arrossata non temete, è normale: basterà idratare bene con una crema. Il risultato sarà una epidermide uminosa e levigata.

NON PERDERE TANTI CONSIGLI DI BELLEZZA

Iscriviti alla nostra newsletter... no spam :)

By checking this box, you confirm that you have read and are agreeing to our terms of use regarding the storage of the data submitted through this form.