Now Reading
Oli per capelli: quali sono i vantaggi?

Oli per capelli: quali sono i vantaggi?

Nel vasto mondo della cura dei capelli, gli oli stanno guadagnano popolarità come uno dei rimedi più versatili ed efficaci in commercio. Tali preziosi “elisir”, ricavati da una varietà di fonti vegetali, rappresentano una sana abitudine a qualsiasi routine di cura tricologica. In questo articolo esploriamo le diverse tipologie di oli per capelli, i loro usi più comuni e come sfruttarli per una chioma nutrita e lucente in maniera naturale. 

I diversi tipi di oli per capelli 

Gli oli per capelli, pur condividendo l’origine naturale, sono di varia tipologia e ognuno vanta sue specifiche proprietà. Insomma, c’è un olio per capelli per tutte le esigenze più comuni. Ecco alcuni esempi:

1. l’olio di cocco, ricco di acidi grassi saturi, è utilizzato per nutrire capelli secchi, danneggiati, spenti, fornendo idratazione profonda;

2. l’olio di argan, noto come l’oro liquido del Marocco, è rinomato per la sua capacità di migliorare la lucentezza e la pettinabilità dei capelli;

3. l’olio di jojoba è un ottimo idratante per il cuoio capelluto e può aiutare a regolare la produzione di sebo, normalizzandola;

4. altri oli molto amati includono l’olio di oliva, l’olio di mandorle dolci e l’olio di ricino, ciascuno con benefici appropriati per la salute dei capelli. 

Come usare gli oli per la cura dei capelli 

Gli oli possono essere impiegati in vari modi per salvaguardare il benessere della propria chioma. Uno dei più diffusi è l’applicazione diretta sugli steli dei capelli.

Prima di procedere, è importante assicurarsi che i capelli siano puliti e asciutti. Una volta individuato l’olio adatto alle proprie esigenze, può essere massaggiato dalle radici alle punte, assicurandosi di coprire uniformemente tutti i capelli. È un aspetto da non trascurare perché serve a nutrire e proteggere bene i capelli riducendo la rottura e illuminandoli. 

Gli oli sono indicati anche come trattamento pre shampoo. Prima di lavarsi i capelli, infatti, è sufficiente mettere una micro quantità di olio sul cuoio capelluto e sui capelli, lasciare agire per almeno trenta minuti o più per ottenere il massimo risultato. Questa tecnica previene anche l’accumulo di sporco e protegge i capelli dalla disidratazione che può provocare lo shampoo. 

See Also

Un altro utilizzo è dato dal siero, a base di oli, per le punte secche. Basta bagnare le punte dei capelli per ridurre le cosiddette doppie punte, tanto odiate, e rigenerarle. 

I 6 benefici degli oli per capelli 

I benefici degli oli per il benessere tricologico sono tanti. Ecco i 6 principali vantaggi: 

  1. forniscono idratazione profonda;
  2. mitigano secchezza e fragilità dei capelli;
  3. proteggono dai danni del calore (ad esempio dell’asciugacapelli e del sole estivo) e dall’inquinamento;
  4. migliorano la lucentezza;
  5. rendono i capelli più maneggevoli;
  6. preservano lunghezza e densità. 

Gli oli sono fruibili in qualsiasi momento, ma è bene considerare le personali esigenze dei propri capelli. Per chi, ad esempio li ha secchi o danneggiati, l’uso regolare di olio può essere un toccasana. In caso di cuoio capelluto grasso, è preferibile applicare l’olio scelto solo sulle punte o pre shampoo. Per stimolare la crescita, meglio metterlo direttamente sul cuoio e massaggiarlo. 

In conclusione, gli oli per capelli sono un’aggiunta preziosa alla propria routine curativa. Con una vasta gamma di articoli disponibili sul mercato è possibile selezionare quello più in linea con le proprie necessità, salutari ed estetiche. 

What's Your Reaction?
Ci penso!
0
Lo voglio!
0
Mi piace!
0
Non mi piace
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2012-2023 MYBEAUTYPEDIA
 Tutti i diritti riservati 

Se sei interessato a collaborare con noi invia una mail a redazione@mybeautypedia.it

Scroll To Top