Now Reading
Acido ialuronico: caratteristiche, proprietà e a cosa serve

Acido ialuronico: caratteristiche, proprietà e a cosa serve

Tiziana Ferrara

E’ importante riuscire a stabilire un perfetto rapporto di complicità con l’immagine che vediamo ogni giorno riflessa nello specchio di casa.
Sempre più spesso, per fare in modo che ciò accada, andiamo in cerca dei migliori prodotti – realizzati con ingredienti all’ultimo grido – capaci di supportarci nella continua ricerca di benessere e bellezza.

Ci sono alcune sostanze che più di altre sono in grado di trasformare il nostro aspetto, offrendoci l’occasione di incrementare l’autostima e al tempo stesso di migliorare il tono dell’umore.
Il riferimento è in primis all’acido ialuronico, una molecola che è presente anche naturalmente nel nostro organismo.

La sua più alta concentrazione è a livello di articolazioni e occhi, può essere prodotta artificialmente in laboratorio oppure si può estrarre dalle creste di gallo.
Ma a che cosa serve?
L’acido ialuronico consente di lubrificare le articolazioni e altre strutture, in più agisce come una sorta di ammortizzatore.
Sembra quindi in grado di influenzare il tipo di reazione dell’organismo nei confronti di particolari traumi.

Viene in genere utilizzato per trattare diverse problematiche relative alle articolazioni, per esempio in presenza di un’artrite reumatoide.
Può essere iniettato direttamente nell’articolazione per esempio quella del ginocchio, oppure negli occhi dopo un intervento come il trapianto di cornea.


La sua più nota applicazione è relativa all’ambito della cosmetica.
Essendo questo un settore molto delicato, poiché legato al nostro aspetto esteriore, è bene ricorrere solo ai migliori prodotti allo ialuronico.
Può essere impiegato come filler nell’ambito della medicina estetica, per esempio per rimpolpare le labbra, oppure può essere applicato sulla pelle in via diretta con l’intento di trattare ustioni o ferite.
L’acido ialuronico è ritenuto un rimedio anti età, vediamo allora in che modo esso vada ad agire nello specifico.

Effetto antiage in presenza di rughe e inestetismi ma non solo

La caratteristica chiave relativamente all’acido ialuronico è il fatto di riuscire a creare sulla pelle una sorta di pellicola protettiva, che rallenta l’evaporazione cutanea. Ciò permette di mantenerla sempre idratata, svolgendo al tempo stesso un’azione emolliente. L’acido ialuronico è inoltre perfetto da utilizzare come riempitivo in presenza di rughe e inestetismi della pelle, conseguenze tangibili del tempo che passa. Questa sostanza è ben tollerata da ogni tipologia di pelle, ecco perché è presente nei migliori cosmetici in commercio. Va bene pure per le pelle particolarmente sensibili e può essere applicato senza problemi anche durante i mesi estivi per via della sua freschezza e leggerezza. E’ risaputo che l’acido ialuronico dia il meglio di sé per la cura del volto, ad ogni modo sarà corretto affermare come risultino particolarmente interessanti anche le applicazioni su capelli e cuoio capelluto.

Gli effetti dell’acido ialuronico sulla pelle

Abbiamo accennato al fatto che l’acido ialuronico sia naturalmente presente nella nostra pelle: il suo compito è quello di mantenerla elastica e turgida, in più favorisce la produzione di collagene.
E’ chiaro che, mentre gli anni passano, i fibroblasti finiscono per rallentarne la produzione. Ciò comporta come conseguenza diretta la comparsa di rughe e una progressiva perdita di elasticità.

See Also

L’acido ialuronico è una molecola composta da una catena di polisaccaridi, che può essere di lunghezza variabile.
Ed è proprio dalla lunghezza di questa stessa catena che dipende la sua abilità di agire più o meno profondamente. In base allo specifico peso molecolare dell’acido ialuronico, esso – applicato sulla pelle tramite i prodotti cosmetici – può infatti andare ad agire più o meno in profondità nell’epidermide, producendo diversi effetti.

Nel caso di acido ialuronico a basso (o bassissimo) peso molecolare, esso è in grado di andare molto in profondità nutrendo e rimpolpando il reticolo di ialuronico che è già presente.

Siamo a un livello superiore rispetto all’acido ialuronico a medio peso molecolare, il quale potrà penetrare comunque abbastanza a fondo da mettere in pratica le sue capacità idratanti. Infine, troviamo l’acido ialuronico ad alto peso molecolare (le cui molecole sono quindi molto grandi) che non riuscirà a penetrare tra le cellule poiché rimarrà sui primi strati dell’epidermide.

Avrà un effetto filmogeno e comunque sarà in grado di limitare l’evaporazione dell’acqua, contenendo dunque la secchezza della cute.

What's Your Reaction?
Ci penso!
0
Ciao soldi!
0
Lo voglio!
0
Mi piace!
0
Non mi piace
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2012-2020 MYBEAUTYPEDIA
Beauty Magazine a cura di Biancamaria e Tiziana Ferrara - Tutti i diritti riservati 

Se sei interessato a collaborare con noi invia una mail a redazione@mybeautypedia.it

Scroll To Top